#SMARTWORKING

Lo “smart working” che stiamo sperimentando, avendone conosciuto i vantaggi, sarà sempre più utilizzato in futuro.

La nostra pluriennale esperienza ci permette di trovare con voi la soluzione più adatta a favorire la concentrazione.

Non sono necessarie opere importanti per creare uno spazio più raccolto in cui lavorare a casa.

Cosa serve per lavorare da casa?

Una postazione casalinga adatta a questo scopo permette di mantenere la concentrazione nonostante l’ambiente circostante, è illuminata in modo da adattarsi alle diverse ore del giorno e definisce un “palcoscenico domestico” adatto a fungere da sfondo durante le conference call.

Come possiamo creare uno SPAZIO adeguato alle nostre esigenze?

Adottare la seduta più ergonomica per lavorare

Cerchiamo insieme la sedia corretta e, appena sarà terminato questo periodo straordinario, potremmo provare la comodità.

Creare spazi separati da mobili contenitori accessoriati e/o pareti attrezzate

La partizione di piccoli ambienti di lavoro può essere ottenuta con schermi che ricordano i “paraventi”.

Generare soluzioni per mantenere la concentrazione

Esistono delle semplici soluzioni per assorbire i rumori, per creare un “guscio acustico” dentro la nostra stanza e lavorare meglio.

Studiare la giusta fonte di luce a seconda delle ore del giorno

L’ esperto potrà aiutare a trovare la lampada più idonea e la posizione migliore.

Pensare a un tavolo “cablato”

Il tavolo “cablato” non è una semplice scrivania, è un tavolo tecnico che favorisce il passaggio dei cavi e che mette tutto quello che serve a portata di mano.

Utilizzare arredi versatili e “trasversali”

che potrebbero semplificare il lavoro senza stravolgere l’arredo di casa.

In base ai suggerimenti proposti provate a fare un elenco di tutto quello che vorreste cambiare o migliorare all’interno della vostra realtà domestica di lavoro e parliamone insieme.

CONTATTACI

Share your thoughts