Tessuti d'arredamento

Tessuti d’arredamento: la perfetta trama del design

Tessuti d’arredamento, complementi tessili e carte da parati sono in grado di stravolgere il look delle abitazioni. Senza particolari interventi invasivi e soprattutto in poco tempo, utilizzare i tessuti come elementi portanti di un arredamento elegante e contemporaneo, porta a risultati davvero sorprendenti. Usare i tessuti per completare e rifinire l’arredamento di casa, è come confezionare un abito su misura per la propria abitazione. Personalizzare con carattere facendo attenzione ai minimi dettagli. Questo vuol dire usare tessuti d’arredamento. Il tessuto è espressione di personalità, esterna manifestazione di stile individuale. Attraverso colori, materiali e texture si riflettono note di carattere esclusivo che completano ed arricchiscono gli ambienti di casa, trasformandoli in eleganti rifugi personali.

Qualunque stanza della casa può essere resa unica usando sapientemente i tessuti giusti come rivestimenti per mobili e complementi, per creare tendaggi e confezionare eleganti tappeti. Le stoffe sono elementi preziosi per arredare, alleati di ogni interior design e architetto. Riescono a donare carattere e profondità agli ambienti e spostano l’attenzione su un elemento, piuttosto che un altro, semplicemente grazie ad una sfumatura, un tono o un particolare pattern.

All’interno di un progetto d’arredo, l’argomento tessuto non può e non deve essere trascurato, o addirittura tralasciato. Molto spesso basta scegliere il tessuto giusto per ottenere l’atmosfera desiderata, o creare lo stile preferito. Tutto sta nel capire il progetto, nello studio delle dinamiche che legano colori e materiali e nell’effetto finale che si vuole raggiungere.

Tessuti d'arredamentoLa stoffa come elemento d’arredo

I tessuti d’arredamento spalancano le porte su infinite possibilità stilistiche. Difronte ad un’ampia varietà di colori, materiali e pattern, può risultare difficile immaginare come abbinarli e combinarli al meglio. L’approccio cambia a seconda che si tratti di arredare da zero una casa, piuttosto che intervenire su un ambiente già esistente.

Sicuramente nel primo caso c’è maggiore libertà di movimento e scelta. Non essendoci aspetti vincolanti, la scelta dei tessuti, nei vari ambienti, può andare di pari passo a quella dei mobili e dei complementi d’arredo. In questo caso, quindi, arredamento e tessuti si fondono e si confondo per creare atmosfere e stili diversi. Si cerca di raggiungere lo stesso risultato sfruttando un ampio corollario di possibilità stilistiche. Vediamo, ad esempio, come nel progetto della “Suite Vittoria” la stanza sia stata uniformata dalla nota solenne ed intrigante di caldi tessuti dalle tonalità blu cobalto. Poltrone, tendaggi, rivestimenti e biancheria richiamano lo stesso mood blu-azzurro, uniformando l’ambiente come alcova di relax e tranquillità.

Nell’”Casa dai mille colori” ogni colore trova il suo posto grazie anche ai richiami nei tessuti degli arredi e dei complementi. Il bianco del divano chaise longue contrasta con la parete petrolio del muro d’appoggio, mentre richiama la stessa tonalità del tavolo della sala da pranzo e del bancone della cucina con penisola. I tessuti non mancano di spostare l’attenzione anche in camera da letto, nei tendaggi della finestra, nella biancheria dei copriletto e nella testata del letto matrimoniale. Elementi giostrati sapientemente per uniformare un effetto sorprendente dai multicolori e dalla vivacità unica.

Tessuti d’arredamento: la bellezza sta nei dettagliTessuti d'arredamento

Soft furnishing per gli inglesi, indica l’arte di arredare con i tessuti senza dover stravolgere la casa, o cambiare i mobili. I tessuti d’arredamento infatti servono anche a completare, ridefinire, o cambiare un ambiente già esistente. Basta davvero poco per completare o modificare l’atmosfera generale di un ambiente. Ad esempio per completare la palette cromatica con altri complementi tessili, è possibile procedere per contrasto. Si punta allora a tinte complementari, oppure per assonanza, abbinando tonalità in nuance. Il risultato sarà un ambiente dinamico e movimentato da sprazzi di colore focalizzati e ben distinti.

La scelta del materiale è molto importante e il modo migliore di procedere è quello di valutare l’accostamento alle finiture esistenti, alle pareti e agli arredi. Si possono utilizzare ad esempio campioni di stoffe per valutare i tessuti direttamente all’interno dell’ambiente da arredare. I diversi colori influenzano la percezione degli interni. Inoltre la scelta del materiale dovrebbe essere fatta non solo da un punto di vista prettamente estetico, ma anche funzionale. Quindi è bene scegliere una stoffa anche in base alla propria resistenza e alla manutenzione che necessita.

Dettagli e punti focali

Bastano pochi piccoli dettagli da rifinire con tessuti e stoffe d’autore, per riuscire a creare l’atmosfera giusta. Non occorre rivestire interamente il divano per cambiare aspetto al soggiorno. Arredare il soggiorno può essere fatto in diversi modi, esistono molte soluzioni. Una di queste, ad esempio, consiste nell’aggiungere e/o sostituire piccoli elementi che ne caratterizzano l’intera zona. Come ad esempio il rivestimento di un’eventuale poltrona abbinata al divano, oppure cambiare il materiale del tendaggio che copre le finestre, o ancora scegliere un nuovo tappeto in contrasto con il rivestimento del divano stesso.

Per scegliere il tessuto, il colore e la texture giusta, è necessario prima fare chiarezza su alcuni punti fondamentali. Prima di tutto in quale stile si intende arredare l’ambiente, a cosa servirà il tessuto che si sta cercando e, infine, valutare attentamente anche gli aspetti tecnici delle stoffe. Rivolgendosi ad un interior design si possono avere queste e molte altre risposte oculate in base alle proprie esigenze.

 

Call Now Button